“CHICCHE TOSCANE” alloggi per le vacanze in Chianti

B&B, appartamenti e camere per vacanze in agriturismo nel Chianti, itinerari, cose da fare, vino, shopping, matrimoni nel Chianti
























Itinerari a Firenze - cose da vedere




Città nota nel mondo, culla dell’arte europea, Firenze si estende sulla pianura percorsa dal fiume Arno in un tratto circondato da verdeggianti colline che rendono suggestivo il suo territorio. Firenze, nei suoi musei, chiese e palazzi racchiude inestimabili tesori ed una storia di uomini ed architetture - oggi patrimonio dell’intera umanità - dal Medioevo al Rinascimento, fino all’ ‘800 quando fu capitale del Regno d’Italia.

Ma come molte altre città che rappresentano un centro culturale, Firenze deve essere prima visitata, poi vissuta; quindi  è importante seguire un itinerario che tocca i monumenti e le mète turistiche più note, ma suggeriamo anche una passeggiata – con occhi curiosi - fra le viuzze strette del centro, magari un tipico panino con la  trippa e lampredotto al Mercato Centrale, la fermata da un Vinaio, un po’ di shopping in alcuni, sempre più rari, negozietti di artigianato locale che un attento viaggiatore saprà certamente scovare.

Alcuni suggerimenti
. . . per zone/strade tipiche nei Quartieri della città: Arco di S Pierino, Piazza dei Ciompi, Mercato di S.Ambrogio, Via/Piazza Santo Spirito e Via Maggio, Scalinata per Piazzale Michelangelo da Porta San Niccolò, Forte Belvedere, Mercato Centrale/piazza San Lorenzo.
. . . per piatti tipici: bollito misto e trippe (anche dai trippai ambulanti); inzimino, fricassea, zuppa inglese
. . . per acquisti tipici: ricami e passamanerie, rigattieri, artigianato del territorio (Borgo Albizi): vetro, ceramiche, coltellerie…


ITINERARIO nel centro storico per turisti che soggiornano nel Quartiere di Santa Croce (FirenzeCentro Appartamenti) o che arrivano dalle Chicche di Greve in Chianti:

Da Piazza Piave e/o Lungarno della Zecca (utile per il parcheggio) si giunge per Via San Giuseppe in Piazza Santa Croce. La basilica, costruita in stile Gotico alla fine del secolo XIII, probabilmente su progetto di Arnolfo di Cambio, è considerata la chiesa gotica più bella d’Italia e al suo interno si trovano opere d’arte importantissime e le tombe-monumento di personaggi famosi della cultura italiana come Michelangelo e Machiavelli. Dipinti di Giotto e Cimabue e terrecotte invetriate di Luca della Robbia . Da Borgo de’Greci si giunge in Piazza della Signoria, centro politico della Firenze Medicea, dove si ammira Palazzo Vecchio (1296-1340), dimora della famiglia dei Medici fino a quando Cosimo I non la trasferì in Palazzo Pitti. Gli interni monumentali, tra cui il Salone dei Cinquecento, meritano una visita. Alla sinistra dell’ingresso si trova la Fontana del Nettuno che risale alla seconda metà del Cinquecento ed è composta da una serie di statue in bronzo, divinità marine e satiri, e culmina nella colossale statua in marmo del Nettuno che i fiorentini chiamano “il Biancone”. Da Palazzo Vecchio nasce la galleria che Cosimo dei Medici commissionò al Vasari nel 1564 per raggiungere la sua nuova residenza. Il Vasari costruì un percorso sopraelevato che attraversava gli Uffizi e per case, chiese e botteghe del Ponte Vecchio arrivava a Palazzo Pitti. Ancora oggi è la più famosa pinacoteca del mondo: la galleria degli Uffizi, da visitare in una giornata dedicata.

Imboccando Via dei Cerchi e attraversata la caratteristica Via della Condotta, si arriva in Via Santa Margherita dove si trova la Casa di  Dante, il sommo poeta della Divina Commedia. Per Via dello Studio oltrepassando Via del Corso, che insieme a Borgo degli Albizi meritano una passeggiata-shopping per alcuni negozi che vi si trovano, si giunge in Piazza del Duomo.

La Cattedrale di Santa Maria del Fiore fu costruita fra il 1296 e la fine del XIV° secolo ed i lavori furono diretti da Arnolfo di Cambio, Giotto, Talenti.  La Cupola, progettata dal Brunelleschi e affrescata dal Vasari e dallo Zuccari, fu chiusa nel 1436. Il Battistero, costruito sui resti di un antico edificio paleocristiano, fu consacrato nel 1059; fu la prima cattedrale per Firenze e per forma e colori è considerato uno degli esempi tipici di architettura romanica in Toscana. Il campanile testimonia invece la presenza dell’architettura gotica in Firenze; è alto 82 metri, fu iniziato da Giotto nel 1334 e completato dal Talenti nel 1359.

Possiamo proseguire per Via Ricasoli e giungere alla Galleria dell’Accademia che conserva bellissimi capolavori di Michelangelo.

Rientrando in Piazza San Giovanni (Duomo), entriamo in Via Roma e sostiamo in piazza della Repubblica, magari seduti ad un tavolino dei noti Caffè-Concerto. Proseguiamo poi per Via Calimala, e all’incrocio con Via Porta Rossa ci  soffermiamo alla Loggia del Porcellino; poi percorrendo Via Por Santa Maria, arriviamo al Ponte Vecchio. Dai Lungarni Archibugieri, Diaz, delle Grazie, ammirando i ponti sull’Arno e le dolci colline sull’altra riva, facciamo ritorno al nostro punto di partenza.

Chiedeteci di prenotare per voi la visita ai principali Musei: Galleria degli Uffizi, Accademia, Cappelle Medicee, saremo lieti di aiutarvi per queste visite che altrimenti vi faranno perdere molto tempo per i lunghi tempi di attesa!



Altri escursioni a Firenze.























Content management system and web site promotion by ammonet InfoTech

Alloggi per le vacanze in Chianti © ammonet InfoTech 2009 - 2017. Tutti i diritti riservati.